In passato venivano preparati soprattutto in occasione del Capodanno cinese, che secondo il calendario tradizionale corrisponde con l’inizio della primavera… ed ecco spiegato il loro nome: involtini primavera!

  • Fogli di Carta di Riso
  • 150 g di carne di maiale a fettine
  • 1 cipollotto
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 80 g di cavolo verza
  • 80 g di germogli di soia
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • olio di semi

Mondate il cipollotto, il sedano e la carota e tagliateli a bastoncini sottili.

Tagliate la carne prima a fette e poi a cubettini. Fate rosolare per qualche minuto quest’ultima in una casseruola o in un wok con poco olio di semi.

Aggiungete il sedano, la carota e il cipollotto e lasciate insaporire per qualche minuto, giusto il tempo che serve a cuocere un po’ le verdure pur lasciandole croccanti. Sfumate con la salsa di soia.

Aggiungete i germogli di soia e la verza e proseguite la cottura per pochi secondi, mescolando. Ritirate e tenete da parte.
Componete ora gli involtini: stendete un disco di pasta su un piatto piano, disponetevi alla base un cucchiaio del ripieno quindi ricopritelo portando il lembo più basso verso l’alto in modo da richiuderlo. Spennellate la parte di pasta rimasta libera con 1 cucchiaio di acqua mescolato ad 1 cucchiaio di farina e richiudete i due lembi laterali ripiegandoli su se stessi.
Poi arrotolate il tutto a involtino facendo pressione per saldare bene.

Procedete a formare involtini in questo modo, fino a esaurimento degli ingredienti. Friggete gli involtini, pochi alla volta, in olio caldo a 175° fino a quando saranno uniformemente dorati. Scolateli con una schiumarola e passateli velocemente su carta assorbente da cucina.

Servite subito gli involtini primavera ben caldi, accompagnati da cipollotto tritato, germogli e salsa di soia a piacere.

Buon appetito!

Prodotti utili per la ricetta